• martedì , 18 Gennaio 2022

Rubrica/Guardiamoci attorno - 11 Dic 2021

Il passaggio pedonale “salvavita” di viale Calasso


Spazio Aperto Salento

Considerarlo un “salvavita” non è esagerato. Neppure se qualcuno dovesse obiettare che quando non c’era, incidenti mortali non se ne sono registrati. Il passaggio pedonale di viale Calasso è sicuramente uno dei più importanti interventi di sicurezza stradale effettuati a Lecce negli ultimi anni. A renderlo necessario, sono stati comunque gli incidenti, davvero troppi, i cui protagonisti sono stati, anche sulle strisce pedonali, sempre i pedoni. E per pedoni, intendiamo quasi esclusivamente gli studenti diretti nella sede universitaria dell’edificio detto “Sperimentale” (un tempo sede dell’Istituto Scientifico Sperimentale dei Tabacchi), che attualmente ospita le aule didattiche delle Facoltà umanistiche, la presidenza della Facoltà di lingue e letterature straniere ed i corsi per il diploma di traduttori ed interpreti.

Il passaggio in questione si contraddistingue per l’asfalto rialzato in entrambe le direzioni: da una parte l’incrocio dell’Obelisco-Porta Napoli, dall’altra la grande rotatoria del Bar Commercio. È proprio esso a fare la differenza con il precedente assetto viario. Senza tale barriera, molti automobilisti viaggiavano a velocità sostenuta, ed anche quando si rendevano conto della presenza dei pedoni in attraversamento, complice, a sera, l’illuminazione insufficiente, spesso non riuscivano a frenare in tempo, con tutte le conseguenze facilmente immaginabili. Ragazze e ragazzi feriti, anche in maniera grave, al punto da dover essere trasportati in ospedale.

Oltre al suddetto ostacolo, oggi il passaggio è adeguatamente illuminato, e per giunta, disegnate sull’asfalto, sono le sagome di due biciclette, per informare che l’attraversamento sulle strisce della carreggiata, è consentito  direttamente anche ad esse.

Per il lungo e trafficato viale, che di passaggi pedonali ne conta in tutto cinque, il nuovo così congegnato, è dunque nevralgico. Non a caso, viene utilizzato per raggiungere anche altri luoghi: dalla via intitolata allo scultore ed intagliatore Vespasiano Genuino (Gallipoli 1552-1637), all’altra attigua allo stesso “Sperimentale”, denominata via Carluccio, che costituisce scorciatoia per chi è diretto in viale San Nicola, ove sono bar, fiorai, uffici, Cimitero, Parco di Belloluogo, e non ultime, altre due sedi universitarie: Olivetani e Studium 2000.

© Riproduzione riservata

 

Foto in alto: Il passaggio pedonale “salvavita”  (© TB) 

 

 

L’attraversamento per la sede universitaria(© TB)

Una veduta di viale Calasso (© TB)

 

ELENCO DELLE “BRUTTURE”

1 – Pedana Castello Carlo V, dal 23 ottobre 2021.

2 – Bagni pubblici piazza Delle Poste, dal 6 novembre 2021.

3 – Vetrine scavi piazzetta Castromediano, dal 20 novembre 2021.

4 – Spartitraffico via Del Mare, dal 4 dicembre 2021.

ELENCO DELLE “COSE BUONE”

1- Corrimano zona piazza Mazzini-Circonvallazione, dal 30 ottobre 2021.

2- Assetto viario via Leuca, dal 13 novembre 2021.

3- Semafori con i contasecondi, dal 27 novembre 2021.

4- Passo pedonale studenti via Calasso, dall’11 dicembre 2021

ELENCO DEI CASI RISOLTI

1- Scivoli piazza Sant’Oronzo, dal 7 dicembre 2021

 

 L’Immagine-logo della Rubrica è stata elaborata da Mood Comunicazione di Galatina